Risorse tecniche

Competenze necessarie

La realizzazione del progetto e il raggiungimento degli obiettivi dipendono notevolmente dalle competenze delle persone incaricate. In linea di principio si possono distinguere i seguenti tipi di competenze:

  • competenze tecniche (in merito al tema prescelto)
  • competenze sociali (in particolare di comunicativa)
  • competenze metodologiche (in relazione agli interventi nei setting, alla valutazione, ecc.)

Per lo sviluppo, la pianificazione, la realizzazione e la valutazione di progetti di prevenzione e di promozione della salute sono necessarie svariate competenze in tutti e tre i suddetti ambiti. Poiché difficilmente una sola persona possiede tutte le competenze necessarie, la composizione interdisciplinare del team del progetto come pure una struttura del progetto che poggi su solide basi svolgono un ruolo fondamentale. I collaboratori di ogni istituzione costituiscono un grande pool di esperienze e di competenze, utilizzabili ai fini del progetto.

Per quanto riguarda la competenza tecnica e metodologica, il livello delle conoscenze di base risulta altresì determinante (concetto di best practice). La definizione degli obiettivi, la scelta dei gruppi target e delle misure da adottare devono rispecchiare le ultime conoscenze scientifiche. A titolo complementare, occorre anche considerare altre forme di sapere (il sapere derivante dall’esperienza e le opinioni degli esperti). Laddove manca il know-how corrispettivo, le lacune individuate andrebbero documentate e segnalate per fornire un contributo al rafforzamento delle basi scientifiche.

Possibilità di sostegno

Spesso anche una direzione o collaboratori esperti e qualificati mancano di determinate qualifiche per svolgere al meglio l’incarico del progetto. Dette lacune dovrebbero essere identificate tempestivamente in quanto minacciano la riuscita del progetto, senza contare che sovraccarichi costanti alla lunga causano situazioni di stress.

Mentre la competenza tecnica e metodologica può essere richiesta e provata nell’ambito di una procedura di selezione, le competenze sociali sono più difficilmente appurabili. Spesso si manifestano delle carenze solo in corso di progetto. Qualora ciò accada, è possibile mediante coaching fornire un appoggio alla direzione del progetto. Per il team in senso lato, inoltre, misure per lo sviluppo del team (supervisione, intervisione) possono fornire un importante contributo in direzione di un’ulteriore qualificazione.

Allorché si appura la mancanza di competenze tecniche e metodologiche, vi sono principalmente due varianti per fronteggiarle: il coinvolgimento di esperti o la formazione (questo vale non solo per il team del progetto, bensì anche per il gruppo di sostegno). Gli esperti possono costituire colleghi specialistici interni oppure essere chiamati a consulto dall’esterno. Possono mettere a disposizione il loro know-how tecnico o metodologico, riprendendo determinati incarichi particolari. Oppure possono sostenere la direzione/il team nell’acquisizione delle competenze di cui fanno difetto (p. es. mediante consulenza o supervisione).

La capacità dei collaboratori e della direzione andrebbero quindi rafforzate costantemente e incentivate in maniera finalizzata. Contributi finanziari a questo scopo andrebbero, se l’istituzione preposta al progetto non può farsene carico, computate nell’allestimento del budget del progetto *allestimento di un budget).

Riferimenti bibliografici

  • Project Management Institute (Hrsg) (2004). Corpus des connaissances en management de projet (guide PMBOK). Pennsylvania : PMI.
  • Non siete abituati a pensare e ad agire in maniera interdisciplinare. Lavorate con le competenze in vostro possesso e finora ve la siete cavati bene così.
  • Non vi rivolgete ai vostri colleghi in quanto non volete sovraccaricarli oppure perché non conoscete le loro aree di competenza.
  • Non vi aggiornate sulle ultime conoscenze scientifiche in quanto convinti di essere già sufficientemente aggiornati, perché non sapete come procedere oppure perché vi manca il tempo.
  • Avete paura ad affrontare l’argomento della mancanza di competenze e a cercare possibilità di sostegno, perché non siete ben piazzati e forse rischiate il posto oppure perché non volete mettere altre persone sotto una cattiva luce.
  • Avete troppo poco tempo e denaro per perfezionarvi o per includere forme di outsourcing nel budget.
  • Se fate riferimento allo stato attuale delle conoscenze, potete evitare di approdare al posto sbagliato con il vostro progetto oppure di ripetere errori già commessi in passato. Se inoltre ricorrete a impostazioni rivelatesi efficaci in diverse discipline, potete incidere positivamente sull’efficacia della vostra iniziativa.
  • Un solido team, con una buona cultura della comunicazione e del superamento dei conflitti opera in maniera più efficiente e ottiene migliori risultati. Chiedere sostegno in maniera finalizzata incentiva l’efficienza anche a livello di costi.
  • Chiarite in che modo potete accedere alle conoscenze specialistiche più attuali, rilevanti ai fini del progetto. Consultate la letteratura specialistica, riviste e siti internet sull’argomento.
  • Createvi da subito una vasta rete di specialisti a cui rivolgervi per determinati aspetti e problemi (consulenza collegiale).
  • Interpellate se necessario esperti esterni per una consulenza e una supervisione (possibilmente esperti con referenze!).
  • Nell’ambito dell’allestimento del budget, prevedete fondi sufficienti anche per la consulenza e la formazione continua.
  • Incentivate il team a partecipare a corsi specifici di specializzazione e preoccupatevi di garantire i contributi finanziari.
  • Conoscete le competenze e le risorse del team del progetto? E quelle degli altri collaboratori dell’istituzione preposta?
  • Siete disposti a confidare nelle ultime conoscenze anche se in contrasto con il vostro know-how e le vostre attuali convinzioni?
  • Le qualifiche della direzione, dei collaboratori del team e del gruppo di sostegno rispecchiano le prerogative del progetto?
  • Il clima che regna all’interno del team del progetto/del gruppo di sostegno consente di affrontare l’argomento della mancanza di competenze? Siete disposti a farvi consigliare e ad imparare?
Ultima modifica: 31 agosto 2010 22:27